ecommerce seo guida

SEO Ecommerce: la guida completa

Ti do il benvenuto in questa nuova guida. Oggi vedrai come ottimizzare un sito web ecommerce per la SEO.

Prima di partire…controlla l’On Page

Prima di iniziare a fare SEO bisogna controllare che dal punto di vista strutturale del sito sia tutto in ordine.

  1. Controlla se ci sono problemi nel pannello di Webmaster Tool di Google
  2. Verifica l’indicizzazione della pagine ( se ci sono url bloccati )
  3. Verifica la struttura di link, tutti gli errori 404 reindirizzali con il redirect 301
  4. Controlla la velocità del sito con il PageSpeed.

Attiva il certificato SSL

Qualsiasi ecommerce nel 2018 deve avere il certificato SSL attivo.

Bisogna attivare SSL ( https con il lucchetto per intenderci ) per due motivi:

  1. Per far sentire sicuro il cliente, è una garanzia.
  2. Perchè l’algoritmo di Google preferisce posizionare più in alto i siti che ce l’hanno.

Struttura il sito in modo user-friendly

Usa il plugin WooCommerce e un buon tema a pagamento, dovrà essere veloce, user-friendly e minimal style.

Perchè minimal style? Il motivo è semplice: sono scritti bene e sono veloci.

Ottimizza i Titoli e le Descrizioni

Se hai WordPress, scarica Yoast.

Una volta installato recati su Titoli & Metadati, lì potrai modificare le parti che ti servono.

Una struttura per il titolo “giusta” di una determinata pagina di ecommerce potrebbe essere questa:

Sedie in legno | DiscountArredo.it

Come vedi… la categoria del prodotto per prima e poi il nome del sito.

Creare contenuto

Molti pensano che il contenuto sia importante sono nei blog o siti vetrina.

In realtà è fondamentale anche negli ecommerce ma in misura minore.

Che significa?

Per i blog o siti vetrina Google dà un minimo di 700- 1000 parole.

Nell’ecommerce, invece, ne bastano 400-500, dipende.

Cosa può significare creare contenuto su un ecommerce?

Scrivere una pagina con la storia dell’azienda, un articolo per spiegare cosa fai e perchè sceglierti o semplicemente le descrizioni dei prodotti.

Ricerca le parole chiave

Quando si fa una ricerca per le parole chiave bisogna sempre immedesimarsi nel compratore.

Quindi chiediti: “Cosa ricercherà un utente medio?”.

Quale strumento usare per le parole chiave? Il Keyword Planner di Google.

Come si usa?

Una volta ricercata la keyword devi vedere le idee con più visitatori.

Mi spiego meglio.

Ti appariranno una serie di keywords ideas, tu dovrai scegliere quelle con il numero più alto di ricerche mensili.

Non fare mai una ricerca di parole in modo “nicchioso” (di nicchia, riservato a pochi), bensì cerca di generalizzare il più possibile così da ottenere un pubblico più ampio.

Amazon suggest

Prima di impostare una keyword vai su amazon e cerca un prodotto concorrente per darti spunti sulle keywords.

Oltre al singolo prodotto puoi fare ricerche per categoria.

Link Building

Anche in questo caso la link building è fondamentale.

A meno che non si tratta di un brand affermato, sarà difficile ottenere link spontanei che puntano sul sito.

Perciò bisogna affidarsi alle directory e ai siti di guest posting.

Social Network is the power

Se hai un brand nuovo e inizialmente non ci sono visitatori (come è giusto che sia) devi farti minimo 2 account social: Instagram e Facebook.

É da lì che si ha il traffico web.

Pianifica campagne pubblicitarie, targettizza il pubblico con cura e vedrai che ci saranno risultati.

Hai problemi con il tuo ecommerce o ne vuoi creare uno? Contattami.

Default image
Lorenzo D'Angelo
Ciao mi chiamo Lorenzo sono un Web Designer & SEO Specialist. Realizzo siti web e li posiziono su Google. La disciplina che amo di più è la SEO ovvero saper posizionare siti web e articoli nelle vette di Google. Da poco sono appassionato anche al mondo delle affiliazioni. Buona Permanenza sul mio Blog.

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

One comment

  1. valentino di camillo
    valentino di camillo

    Ottimo articolo! Chiaro ed informativo…

Leave a Reply